Se gli italiani terranno fede a quelli che sono i loro intenti di metà novembre, quest’anno il Black Friday potrebbe davvero realizzare un volume di vendite simile se non superiore a quello del Natale. A dare questa impressione è quanto gli intervistati hanno risposto all’indagine di italiani.coop realizzata con metodologia Cawi su un campione rappresentativo della popolazione tra i 18 e i 65 anni, nella seconda settimana di novembre. “Il Black Friday, sconosciuto ai più fino a pochi anni fa, è diventato oggi uno dei principali appuntamenti per le compere degli italiani – spiega Albino Russo, direttore dell’ufficio Studi Coop – Tutti gli acquirenti che avevano effettuato acquisti nel “week end nero” nel 2018 (56%) confermano che approfitteranno nuovamente di questo appuntamento anche quest’anno e di questi quasi uno su due (il 23%) ha intenzione di aumentare il proprio volume di spesa. Ma il dato certamente più interessante è la crescita degli acquirenti potenziali. Quest’anno gli italiani che dichiarano (sicuramente o probabilmente) di fare acquisti in questa occasione saranno l’85% degli intervistati, ben il 29% in più dello scorso anno”.

Ormai si compra di tutto – Nato soprattutto per la vendita dei prodotti di tecnologia, oggi il Black Friday coinvolge tutte le tipologie di prodotto e interessa gli italiani per gli acquisti più disparati. “Se negli anni passati gli acquisti si erano concentrati sul canale online e sui beni tecnologici – spiega Russo -progressivamente l’interesse dei consumatori si sposta anche su prodotti tradizionali come abbigliamento, elettrodomestici e persino cibo e bevande e incoraggia anche i retailer fisici. Certo anche in questa occasione resta lo smartphone il principale oggetto del desiderio; si può stimare che il numero di pezzi venduti potrebbe raddoppiare rispetto al già congruo risultato dell’anno scorso”.

Crescono i volumi – Un appuntamento che dalle premesse potrebbe crescere esponenzialmente nei volumi acquistati. “Con i numeri rilevati da questo sondaggio – osserva Russo – il Black Friday si candida a diventare il più grande appuntamento commerciale dell’anno e anche in Italia come già in altri paesi europei potrebbe superare la stagione natalizia per dimensione totale delle vendite. Clima e tempo permettendo”.

Le spese programmate – Il Black Friday e il Cyber Monday sono appuntamenti ormai immancabili per molti, anche se cambiano le motivazioni che spingono all’acquisto. Solo 1 italiano su 10 utilizzerà queste giornate di offerte per i regali da mettere sotto l’albero. Quasi la metà degli intervistati invece (49%) saranno dei clienti carpe diem e si faranno ispirare dalle offerte del momento. Un altro 39% sono le formiche invece che hanno atteso pazientemente gli sconti per degli acquisti programmati da tempo. Certo la propensione cambia in base alle età. Periodo di regali di Natale per gli over 56 che più di tutti utilizzano queste giornate di sconti (22% vs  per esempio il 7% dei 18-22enni).  Gli under 45 invece attendono più spesso da tempo per comprare questa o quella cosa e approfittare delle due giornate, mentre gli over 46 si faranno ispirare dal momento.

Gli acquisti sono anche questione di età – Coloro che non mancheranno sicuramente il Black Friday sono i Millennials che nel 47% dei casi dichiarano che sicuramente faranno qualche acquisto. Comunque tra i sicuri e i probabili, gli under 45 approfitteranno delle occasioni nel 90% dei casi, contro 84% e 75% dei 46-55 e 56-65. Una febbre da Black Friday riguarda soprattutto il Sud dell’Italia, forse a causa della diversa distribuzione dei redditi. In questa zona ne approfitteranno il 91% degli intervistati , contro il 79% del nord ovest per esempio e circa l’80% delle altre zone. Le cicale degli acquisti  sono i 23-45enni che quasi in un caso su due (46%) credono che spenderanno di più, mentre a livello di geografia il Centro sembra essere il meno parsimonioso (mentre le formiche sono al nord).

Non più solo tecnologia – Come dicevamo gli oggetti più acquistati saranno abbigliamento, calzature e tessili per la casa (28%). Seguiti da computer, tablet e altri prodotti informatici (18%) e poi da smartphone (17%). Poco cibo (3%) e pochissimi viaggi (3%). Il Black Friday o il Cyber Monday sono a volte occasioni diverse a seconda dell’età. Quattro under 22 su 10 pensano di rifare il guardaroba acquistando abbigliamento e sono i più appassionati per questo genere di compere. Certo le priorità sono trasversali all’età perché insieme al vestiario compare per tutte le generazioni anche il computer o tablet, i prodotti informatici e lo smartphone. Seguono nelle priorità i piccoli elettrodomestici per la casa. Gli over 56 invece sono gli unici che, seppur in piccola parte 8%, scelgono proprio queste giornate di offerte per regalarsi un viaggio.