Forse lo abbiamo fatto un po’ tutti. Martedì sera quando dal nostro divano abbiamo sentito il portavoce del presidente della Repubblica Sergio Mattarella pronunciare il nome di Mario Draghi, abbiamo preso in mano il telefono e googlato quel nome. Noto soprattutto come presidente della Banca Centrale Europea e in particolare dopo la crisi economica che ha sconvolto il continente all’inizio dello scorso decennio, ci siamo tutti un po’ accorti di non saperne molto del Premier incaricato.

Così oggi abbiamo scaricato un po’ di Google Trend cercando di capire quali e quante sono state le ricerche online. I segugi da tastiera si sono attivati martedì dopo le 20, quando la curva si è impennata in modo sensibile. Poi con alti e bassi le ricerche sono proseguite anche nei giorni successivi.

Le regioni più curiose, o forse quelle dove Mario Draghi era meno noto, sono in ordine: Umbria, Lazio, Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. Mentre le città sono Roma, Bologna, Milano e Firenze.

Cosa abbiamo cercato poi stupisce almeno in parte. Per coloro a cui probabilmente Draghi era pressoché sconosciuto, le ricerche si sono concentrate sul possibile partito a cui sarebbe potuto appartenere. Poi la sua biografia con stringhe come chi è Mario Draghi e poi la sua citazione più nota whatever it takes .

Ma a destare maggiore curiosità è la vita privata del presidente incaricato. Tra le ricerche correlate spuntano infatti digitazioni curiose sulla moglie e i figli, sulla loro età e anche sui loro possibili animali da compagnia (sembra che Draghi abbia un cane bracco).

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: